K3a.it: un mashup in PHP (blog, flickr, twitter) con HTML5 e CSS3

Prendendo spunto dal mio amico Francesco mi vorrei inoltrare nel creare una pagina di mashup dei miei account dei servizi maggiormente utilizzati: twitter, flickr e blog. Visto che non inserisco contenuti da mesi in nessuno dei tre, voi direte, “cosa lo fai a fare?”. Per ripassare come si può realizzare qualcosa di semplice in PHP e come si può organizzare un progetto (semplice) da zero utilizzando le “migliori pratiche” imparando qualcosa di nuovo.

Vediamo le cose che devono essere affrontate in ordine sparso:

  1. Registrare il dominio
  2. Scrivere le storie
  3. Implementare il tutto
  4. Studiare HTML5 e CSS3
  5. Creare/trovare la grafica

1. Registrare il dominio
Per mia grande fortuna il dominio k3a.it era disponibile, l’ho acquistato e sono cominciati i problemi. Ho un account illimitato su Dreamhost con il quale posso ospitare i miei siti personali. Il problema è che permette di registrare o trasferire solo domini .com, .net, .org, .edu. Il mio registrant per conto suo ha politiche di cambio DNS un po’ troppo restrittive e non sono riuscito a far puntare i DNS correttamente: come risultato ho inserito a mano una ventina di entri nel gestore di DNS. Cominciamo male!

2. Scrivere le storie
Quali storie scriviamo? “C’era una volta…” no, non quelle! Facciamo un elenco delle funzionalità che il sito/pagina deve avere:

  • Come utente voglio visualizzare gli ultimi K tweet di k3a
  • Come utente voglio visualizzare gli ultimi E post di keasoft.it
  • Come utente voglio visualizzare le ultime A foto di kea42 su Flickr
  • Come utente voglio visualizzare alcune informazioni sull’autore del sito

3. Implementare il tutto
Prima di iniziare direi di ricordare a me stesso alcune cose da tenere in mente durante lo sviluppo:

  • DRTW (Don’t Reinvent The Wheel)
  • TDD (Test Driven Design)
  • KISS (Keep It Simple, Stupid)
  • DRY (Don’t Repeat Yourself)
  • HFDSA (Hai Finito Di Scrive Acronimi?)

Quindi per il primo principio è meglio verificare prima se ci sono già alcune classi PHP che fanno ciò di cui ho bisogno.
Nel caso in cui non esistano classi adatte o per fare alcuni di test di integrazione, direi di orientarmi su un classico PHPUnit per la scrittura dei test. Questa scelta (a parte perché PHPUnit è la libreria di riferimento) è anche perché probabilmente non utilizzerò nessun framework in particolare vista la semplicità del progetto.

4. Studiare HTML5 e CSS3
Al momento un progetto molto interessante per iniziare a scrivere da subito siti con HTML5 è senza dubbio HTML5 Boilerplate. Nella pagina del progetto ci sono anche numerosi link dove poter iniziare a studiare sia HTML5 che CSS3. Il progetto HTML5 Boilerplate, attraverso un template omnicomprensivo e a partire da una pagina HTML5, degrada il codice in base al browser che visualizza la pagine e la “traduce” in modo che ogni browser possa interpretarla in maniera corretta. Il sistema è piuttosto semplice nel concetto ma molto potente nel contempo. Per esempio il tag

HEADER

è tradotto per i browser che non lo suppotano con

<DIV class"header">

e adattati contemporaneamente anche i CSS, il tutto via Javascript e senza scrivere una riga di codice.
Oltre a questo mette a disposizione template sia per i CSS che per i Javascript e anche per i Web server più diffusi in modo da iniziare a lavorare con un ambiante già configurato per le performace.

5. Creare/trovare la grafica
Il primo pensiero è stato quello di cercare sui classici siti che forniscono template gratuitamente, ma dopo un po’ di ricerca, i siti che offrono un layout a me congeniale e realizzati in HTML5 sono veramente pochi. Al momento mi ispirerò vagamente ad un layout a tre colonne e cercherò di riscriverlo per HTML5, ispirandomi di tanto in tanto ad altri siti.

Ok ci siamo, posso cominciare.
Alla prossima puntata!

Written by kea

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.